Questa Giornata Mondiale dell’Uovo… è ora di fare sul serio
 
In occasione della Giornata Mondiale dell’Uovo, che quest’anno viene festeggiata venerdì 11 ottobre, oltre a incoraggiare la gente di tutto il mondo a godere la versatilità delle uova con gare culinarie e gare delle uova rotolanti, la International Egg Commission (IEC), organizzazione non governativa che rappresenta il settore delle uova in tutto il mondo, fa veramente sul serio per contrastare la fame nel mondo.
 
La IEC collabora con l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) delle Nazioni Unite per aiutare i governi e i produttori di uova di nove paesi dell’Africa del Sud a condividere informazioni e ad acquisire preziosi consigli pratici e sostegno circa il valore nutrizionale delle uova, nonché consulenza tecnica sulla produzione delle uova e la gestione delle malattie.  A tale fine, quest’anno, durante la Giornata Mondiale dell’Uovo, oltre a sbizzarrirvi con appassionanti gare e festeggiamenti, prendetevi qualche minuto per pensare all’importante ruolo delle uova nel contribuire a nutrire le persone malnutrite di tutto il mondo.
 
Julian Madeley, Direttore Generale di IEC, ha spiegato:  “Si stima che oggi nel mondo vi sia un miliardo di persone denutrite e malnutrite, situazione che nell’arco dei prossimi quarant’anni continuerà ad aggravarsi, visto che la popolazione è destinata ad aumentare di altri tre miliardi di persone. 
 
“È una situazione totalmente inaccettabile, quindi la IEC è impegnata, per conto di tutta l’industria delle uova, a fare il possibile per prevenire la fame.  Le uova svolgono un ruolo importate in questo impegno, poiché sono un’ottima fonte di proteine nobili, contengono le vitamine e i minerali essenziali per una dieta sana, e sono una fonte di sostanze nutritive economica e facilmente reperibile nella maggior parte del mondo.  Siamo impegnati a collaborare con la FAO per dare un contributo all’eliminazione della fame, all’insicurezza alimentare e alla malnutrizione. 
 
A settembre, prima della Giornata Mondiale dell’Uovo 2013, la IEC ha ospitato, insieme alla FAO, un seminario a Lusaka, capitale dello Zambia.  Rappresentanti del governo, veterinari e produttori di uova provenienti da Angola, Botswana, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Swaziland, Zambia e Zimbabwe si sono dati appuntamento con i membri di IEC venuti da Australia, Canada, Sudafrica e Stati Uniti.  I delegati hanno discusso le nuove sfide che i propri paesi si trovano ad affrontare, ed hanno scambiato informazioni e consigli pratici su come incrementare la produzione delle uova e aumentarne infine il consumo nella propria regione.
 
Il seminario di Lusaka ha rappresentato la prima iniziativa del genere tra la IEC e la FAO. La reazione è stata assolutamente positiva ed ora le due organizzazioni sperano di ottenere sufficiente sostegno per realizzare un programma di seminari simili in altre regioni del mondo.

Comments are closed.

← Back